mercoledì 27 luglio 2011

Dio ... morto??!!! .........

ABBIAMO UCCISO DIO!
Gianfranco Ravasi

In un luminoso mattino il folle piomba in piazza del mercato con la sua lampada gri-dando: «Dov’è andato Dio? Noi lo abbiamo ucciso, voi e io!... Le nostre mani grondano del suo sangue. Non sentite il lezzo della sua putrefazione? Dio è morto e resterà morto!... Chi uccide Dio diventerà Dio lui stesso!».

Il Diogene che grida nella piazza del mercato alle persone indaffarate nei loro commerci e distratte dalle loro preoccupazioni, e che alla fine infrangerà a terra la sua lampada accesa è l’uomo contemporaneo che cerca Dio, ma non il Dio che è morto, bensì quello nuovo che sta per prendere il suo posto. E la risposta è proprio nella battuta finale: «Chi uccide Dio diventerà Dio lui stesso». Molti sanno che il testo che sopra ho sintetizzato in alcune frasi frammentarie è tratto dall’aforisma 125, una celebre pagina della Gaia scienza (1882) del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche. Ai suoi occhi il nuovo Dio è il Superuomo, libero dalle catene della morale da schiavi che il cristianesimo ci aveva imposto, artefice autonomo del suo destino.
Questo ateismo aveva una sua grandezza, irriconoscibile nel banale e sarcastico strepitare di alcuni “atei, agnostici, razionalisti” e affini dei nostri giorni, appagati soltanto di sbeffeggiare qualche aspetto degenere della religione o di interpretarne banalmente alcuni asserti. È, invece, con quell’ateismo alto e drammatico, naturalmente aggiornato ed esteso all’odierno secolarismo che ho voluto dar vita a un «Cortile dei Gentili» per il dialogo tra credenti e non. Purtroppo il Superuomo divinizzato si è spesso rivelato orrido (Hitler rimanderà al filosofo tedesco!) oppure è decaduto nella mediocrità e non di rado si è deificato l’essere umano più vile. Per questo è necessario ritornare, credenti e atei, a interrogarci seriamente su quale Dio, perché con lui e senza di lui nulla resta identico.

Informazioni personali

La mia foto

SPOSATA - CONIUGATA - MARITATA  -  due figli -  amo la famiglia - sono per la lealtà, il parlare davanti, mai colpire alle spalle -  il nemico mi piace guardarlo negli occhi -  non sopporto l'ipocrisia - amo la fotografia - amo camminare, credo d'esser una buona camminatrice -  mi piace creare - mi piace cucinare - 

Archivio blog

B & B

The Lion's Tower
via Regina Margherita 12
96016 - Lentini
095/7836036

E-mail

rosprisa12@gmail.com